Progettazione di impianti e sistemi antincendio Trento e Provincia

I sistemi fissi automatici di rivelazione di incendio hanno la funzione di rivelare automaticamente un principio di incendio e segnalarlo nel minor tempo possibile. I sistemi fissi di rivelazione manuale permettono invece una segnalazione nel caso l’incendio sia rilevato dall’uomo.

I dispositivi di rilevazione sono apparecchiature elettroniche che rilevano la presenza di fumi o di variazioni di calore o di principio di incendio, in base ai fenomeni fisici connessi allo sviluppo dell’incendio. 

Gli impianti di rivelazione incendi trovano impiego in ambienti industriali, complessi alberghieri, centri commerciali, strutture sanitarie, enti pubblici e comunque luoghi dove possono esserci numeri importanti di persone e/o particolari esigenze.

Gli impianti di rivelazione incendi unitamente ad altri accorgimenti di prevenzione passiva, Compartimentazioni, porte tagliafuoco, Evacuatori di fumo e calore, Materiali REI, ecc rivestono fondamentale importanza per l’ottenimento dell’abitabilità delle varie strutture.

Gli impianti di allarme incendio sono spesso richiesti dalle compagnie assicurative che in loro presenza concedono condizioni più vantaggiose.

I componenti devono essere conformi alle norme europee EN54 che stabiliscono le caratteristiche tecniche e fisiche. In Italia la progettazione e l’installazione degli impianti di rilevazione incendi è regolamentata dalla norma UNI-9795 che stabilisce i criteri.

La verifiche periodiche e la manutenzione sono regolate dalla norma UNI 11224.

Come proteggere la tua struttura Ricettiva?

Scarica GRATIS la nostra guida per la protezione delle STRUTTURE RICETTIVE

eBook-1Scarica gratis la guida
 

Spegni il pericolo con sistemi antincendio avanzati e affidabili

La tempestiva rilevazione di incendi e fughe di gas è fondamentale per intervenire in modo efficace sulla messa in sicurezza di persone, animali e beni materiali, tanto in ambito domestico che industriale.

I sistemi di rilevazione incendio e gas progettati da Wegher mirano proprio a segnalare il pericolo nel minor tempo possibile, al fine di avviare efficacemente tutte le operazioni successive all’allarme e nell’attenuare quanto possibile i disagi, i danneggiamenti e i rischi per l’incolumità degli occupanti delle aree sotto controllo, in modo da permettere un più veloce recupero della normalità.

La lunga esperienza nel settore consente ai nostri tecnici di realizzare impianti a regola d’arte e pienamente conformi alle normative vigenti in materia, prevedendo una continua assistenza tecnica per aggiornamento del sistema, manutenzione e controlli obbligatori. Ogni impianto viene pensato e realizzato sulla base delle reali esigenze del Cliente. La progettazione e l’installazione avvengono secondo quando stabilito dalla norma UNI 9795. Oltre alla realizzazione dell’impianto, possiamo supportare il Cliente in tutte le fasi necessarie all’adeguamento del proprio piano di prevenzione. Wegher è inoltre specializzata nella manutenzione degli impianti di rilevazione incendio ai sensi della UNI 11224 e del DM 10/03/1998 che prevede due controlli annuali obbligatori.

In associazione alla progettazione e realizzazione di sistemi di rilevazione incendio quali rilevatori di fumo, temperatura e gas infiammabili, Wegher propone anche alcuni innovativi sistemi di spegnimento, tra cui dispositivi ad Aerosol, impianti a gas inerti quali INERGEN, FM200 e NOVEC 1230. Questi agenti estinguenti sono particolarmente adatti per la protezione di tutti gli ambienti dove non è possibile utilizzare l’acqua (locali CED, archivi, cabine elettriche).

Wegher, sistemi antincendio Trento e Provincia

All’interno del comparto antincendio, Wegher propone:

  • sistemi di rilevazione antincendio conformi alla norma UNI9795;
  • centraline e sensori di rilevazione incendio, tra cui rilevatori fumo e rilevatori di calore;
  • rilevatori di gas (GPL, Metano, monossido di carbonio e gas industriali);
  • impianti estinguenti quali sprinkler e impianto estinguente a gas.

Impianti rivelazione incendi e gas

Rilevatori di fumo

I dispositivi di rilevazione di fumo sono una tipologia di sensore che permette di rilevare la presenza di un principio di incendio. Nella grande maggioranza dei casi si tratta di dispositivi elettronici ed hanno in comune la capacità di comunicare, anche se con modalità diverse, con la centralina di allarme incendi. I rivelatori di fumo sono i dispositivi più utilizzati in genere in quanto il fumo è uno dei fenomeni più comuni prodotto da un incendio. La rivelazione del fumo avviene con modalità diverse a seconda delle tecnologie adottate che principalmente sono:

  • Rilevatore ottico di fumo,
  • barriere lineari,
  • a campionamento dell’aria.

Rilevatori di fiamma

Il rilevatore di fiamma IR è un dispositivo elettronico ottico che reagisce alle radiazioni termiche infrarosse emesse dal fuoco ed è sintonizzato alle pulsazioni della fiamma per ignorare il sole, le lampade e le altre fonti di luce e di radiazioni infrarosse. In parole semplici…”l’occhio è più veloce del naso!” . In presenza di fuoco vivo il rivelatore di fiamma IR risponde subito. Il suo comportamento è simile a quello dell’occhio, infatti “vede” le radiazioni emesse dal fuoco

Rilevatori di fumo ad aspirazione

La rilevazione dei fumi ad aspirazione è basata sul prelievo dell’aria dall’ambiente da proteggere effettuato tramite una rete di tubazioni e la sua successiva analisi attraverso una unità in grado di rilevare le più piccole quantità di fumo presenti. L’aria viene convogliata all’interno del dispositivo attraverso tubazioni che hanno una serie di fori di diametro variabile, calcolato in base alla distanza ed alla dimensione dei locali da proteggere. Basato sul principio della diffusione della luce, nell’unità è presente un rilevatore che rileva la presenza di fumi o parti di combustione nel campione di aria aspirato. Sistemi più complessi, analizzano l’aria aspirata tramite un laser il cui raggio viene diretto verso una speciale camera di riflessione. Quest’ultimo tipo di rilevatori trova impiego in ambienti dove è necessaria una più che precoce rilevazione di un incendio.

Rilevatori di fumo ad aspirazione

La rilevazione dei fumi ad aspirazione è basata sul prelievo dell’aria dall’ambiente da proteggere effettuato tramite una rete di tubazioni e la sua successiva analisi attraverso una unità in grado di rilevare le più piccole quantità di fumo presenti. L’aria viene convogliata all’interno del dispositivo attraverso tubazioni che hanno una serie di fori di diametro variabile, calcolato in base alla distanza ed alla dimensione dei locali da proteggere. Basato sul principio della diffusione della luce, nell’unità è presente un rilevatore che rileva la presenza di fumi o parti di combustione nel campione di aria aspirato. Sistemi più complessi, analizzano l’aria aspirata tramite un laser il cui raggio viene diretto verso una speciale camera di riflessione. Quest’ultimo tipo di rilevatori trova impiego in ambienti dove è necessaria una più che precoce rilevazione di un incendio.

Rivelatore di temperatura

Sono rilevatori in grado di sorvegliare la temperatura di un ambiente segnalando il superamento di una soglia preimpostata o il rapido aumento della stessa. Nel primo caso si tratta di rilevatore termico mentre nel secondo si tratta di rilevatore termovelocimetrico. Il principio di funzionamento comune a tutte le tipologie prevede l’apertura di un contatto elettrico per effetto dell’incremento di temperatura. La corrente che normalmente vi passa, si annulla e ciò attiva il sistema di allarme. Generalmente, per i termici vi è una lamina bimetallica che si flette a causa dell’aumento di temperatura mentre per i termovelocimetrici vi sono due lamine, di cui una rivestita da uno strato isolante, pertanto sono sensibili solo a repentini aumenti di temperatura, mentre non creano falsi allarmi nel caso di graduale.

Sistemi rilevazione gas e impianti di allarme antincendio

I sistemi di rivelazione gas tossici o esplosivi vengono utilizzati quando siamo in presenza di materie prime e sostanze chimiche altamente dannose per la salute. Come per i sistemi di rilevazione di fumo, anche per gli impianti di rivelazione Gas, il sistema si compone di sensori specifici per le sostanze nocive presenti negli ambienti da sorvegliare. Per scongiurare eventi dannosi, un sistema antincendio di rivelazione GAS deve rilevare e trasmettere tempestivamente la presenza di gas prima che si formino concentrazioni critiche. Rilevato il pericolo, l’impianto deve, tramite dispositivi ottici e acustici, allertare il personale, e tramite impianti di ventilazione, eliminare il pericolo o bloccare l’immissione di nuovi gas, grazie all’attivazione di elettrovalvole. 

In ambito industriale esistono molteplici situazioni ad alto rischio, ma anche nella vita di tutti i giorni esistono alcune situazioni potenzialmente dannose. Come ad esempio nei parcheggi sotterranei o nelle autorimesse. In questi ambienti è possibile trovare molti gas tossici che derivano dagli scarichi delle automobili. È per tale motivo che nelle autorimesse, con particolari metrature, c’è l’obbligo di rilevare la presenza dei gas tossici. 

Il Gas potrà essere rilevato anche in un appartamento, in un ufficio o in uno stabilimento, la presenza di impianti che utilizzano gas è sicuramente fonte di apprensione, se non adeguatamente controllata

Contattaci per maggiori informazioni

Contattaci
Manutenzione
Contattaci