A cosa servono i DPI anticaduta?
All’origine un dispositivo anticaduta era costituito da una semplice cintura allacciata in vita; e ancora oggi i DPI anticaduta sono nell’uso corrente chiamati “cinture”, anche se di fatto l’uso di una semplice cintura in vita è vietato quale dispositivo anticaduta.

Tipologie di DPI anticaduta
In base al rischio presente nelle lavorazioni i DPI anticaduta si possono dividere in tre tipi:

a) cintura di sicurezza per la trattenuta della persona al suo livello di lavoro: questo tipo di dispositivo è utilizzato in modo sistematico, ad esempio nel caso di lavori da eseguire su di un palo;
b) imbracatura per il sollevamento di persone: tale imbracatura è un DPI di impiego tassativo sempre nel caso di lavori in ambienti confinati che abbiano contenuto sostanze o preparati pericolosi (nocivi, tossici, infiammabili, inquinanti in genere, biologici).
c) imbracatura con fune di trattenuta: questo dispositivo di protezione è indossato dalle persone che lavorano in quota e sono a rischio di caduta da dislivello (presso gronde o cornicioni, sui tetti, sui ponti sviluppabili, su opere di demolizioni e nei lavori analoghi che comunque espongono a rischi di cadute dall’alto o entro cavità, quando non possano essere applicati parapetti o impalcati di protezione. La cintura è collegata a una fune per la trattenuta; la resistenza di tutte le parti di cintura e fune (nonché quella del punto di ancoraggio) deve essere proporzionata allo strappo, il quale supera di molto il peso della persona.

In relazione ai requisiti dei Dpi (art. 76, c. 2)*, e nel caso di dispositivi di protezione anticaduta (terza categoria), il datore di lavoro è obbligato a creare una scheda vita del singolo dispositivo e a far eseguire delle ispezioni almeno una volta all’anno per verificarne il buon funzionamento.

La revisione annuale è regolamentata dalla norma EN 365 (punto 4.4., c. B-C). La norma definisce l’attività di manutenzione che serve per mantenere il Dpi in condizioni di funzionamento sicuro per mezzo di azioni preventive quali: pulizia e adeguato immagazzinamento (EN 365 Punto 3).
L’ispezione (almeno) annuale prevede un approfondito controllo del dispositivo anticaduta e deve essere svolta unicamente da persone competenti e nel rispetto delle procedure indicate dal fabbricante.

 

PERCHÉ’ SCEGLIERE SISTEMI ANTICADUTA WEGHER SRL?

1. ABBIAMO LE RISORSE DI CUI HAI BISOGNO
2. PENSIAMO A TUTTO NOI
3. ELABORIAMO IL PREVENTIVO SU MISURA PER TE
4. TI RISPONDIAMO ED INTERVENIAMO IN 24H

Se scegli noi avrai:

1. GESTIONE COMPLETA DELLO STORICO DI CONTROLLI E MANUTENZIONI
2. MANUTENZIONE, SUPPORTO & ASSISTENZA
3. MANUTENZIONE REGOLARE NEL TEMPO DEI DPI ANTICADUTA.
4. PROGRAMMAZIONE DELLE MANUTENZIONI PERIODICHE SUGLI IMPIANTI DA PARTE DELLA NOSTRA AZIENDA NEL RISPETTO DELLE NORMATIVE VIGENTI, CON L’USO DI SOFTWARE DEDICATO. 
5. RISOLUZIONE DELLE PROBLEMATICHE EMERSE PER MODIFICHE O NECESSITA’ AGGIUNTIVE. 

6. DOCUMENTAZIONE SEMPRE DISPONIBILIE : richiedi certificati di conformità, schede tecniche e manuali di uso e manutenzione.

Per ogni necessità contattaci per avere assistenza e trovare la soluzione più adatta alle tue esigenze!

RICHIESTE PREVENTIVI E ASSISTENZA:
cell: 338 829 2616
e-mail: tecnico@wegher.it