1. Ridurre le responsabilità in capo all’amministratore:

Fra i ruoli che può ricoprire l’amministratore di condominio c’è anche quello del datore di lavoro. In particolare, la recente sentenza della Cassazione penale (42347/2013) ha specificato che l’amministratore assume la posizione di garanzia propria del datore di lavoro nel caso in cui “proceda direttamente all’organizzazione e direzione di lavori da eseguirsi nell’interesse del condominio stesso”, a prescindere dal fatto che l’appalto dei lavori sia deciso attraverso una delibera assembleare o sia invece oggetto di una spontanea iniziativa dell’amministratore, nell’ambito dei suoi poteri conservativi e di urgenza, salvo ratifica assembleare (es. articolo 1130, comma 1, numero 4, del Codice civile o articolo 1135, comma 2, del Codice civile). L’iniziativa dell’amministratore deve essere immediata nei casi in cui le spese riguardano opere di sicurezza.

2. Garantire la manutenzione della copertura e delle sue parti:

Riguardo alla sicurezza dei luoghi di lavoro, particolarmente delicati sono gli interventi in quota, vale a dire tutti quei lavori “che espongono il lavoratore al rischio di caduta da una quota posta ad altezza superiore a 2 metri rispetto a un piano stabile”. (art. 107 D.lgs. 81/08). Le linee vita sono installate in modo permanente sulle coperture degli edifici e utilizzate ogni qualvolta si debba procedere a opere di manutenzione. Spesso si trascurano tali interventi o vengono svolti senza il rispetto delle norme in materia di sicurezza.

 

3. Ridurre le improvvisazioni dei manutentori:

Il responsabile dell’edificio, inoltre, è comunque tenuto a custodire il libretto d’uso e manutenzione del sistema, così da essere tutelato in caso di eventuali incidenti.
Inoltre, ogni volta che siano previsti interventi con l’utilizzo della linea vita, il responsabile dell’edificio è tenuto a informare gli operatori della presenza dell’impianto e delle sue caratteristiche, in modo tale che gli operatori si possano dotare dei dispositivi di protezione individuale più adeguati in base all’attività lavorativa.

Vi ricordiamo  che la linea vita deve essere revisionata “almeno una volta all’anno se in regolare servizio o prima del riutilizzo se non usate per lunghi periodi”, come previsto dalla Uni En 11158.

 

Contattaci ora e usufruisce di una super promozione!

Controllo impianto anti caduta già’ installato e relazione di controllo periodico ai sensi della uni 11578:2015
Prezzo speciale 60€/edificio (sconto indicativo 70%)!
Valido fino al 31/06/2017

Il prezzo prevede:
– controllo in quota del sistema installato ai sensi della norma uni e norme specifiche in materia
– trasferta presso vs. Edificio
– analisi doc. Presente
– verifica rischi presenti
– escluse opere di ripristino
Condizioni:
1. Il cliente deve organizzare il servizio e richiedere l’intervento entro il 30 ottobre 2017
2. Il sopralluogo verra’ pianificato in base a disponibilita’ di tecnico in zona
3. Il cliente deve garantire l’accessibilita’ dell’impianto senza necessita’ di piattaforma